METROPOLITANE A PARIGI

PARIS UNDERGROUND / PARIS SOUTTERAIN O DESSOUS DE PARIS/ PARIGI SOTTERANEA

Veduta di Parigi (foto Chad Ehlers / Alamy)

Il sottosuolo di Parigi nasconde molti segreti, camminando infatti sul suolo parigino si ha la consapevolezza di avere un’infinità di misteri sotto i propri piedi,  ci sono una serie di cunicoli, cave, catacombe, seminterrati, scantinati, fognature, gallerie e sottopassi presenti sotto la metropoli .

LE CAVE: luoghi ancestrali sfruttati per il ricavo di rocce a diversi scopi d’uso (cave di gesso a nord della Senna, cave di calcare a sud), come a Montmartre o il Parc Mountsouris.

LE FOGNE: Sono una rete, lunga 2.300 chilometri, di cunicoli sotterranei interamente percorribili, in cui vengono raccolte le acque piovane e le acque grigie e nere della capitale francese.

 images (1)download (1)

Quasi ogni via parigina possiede in corrispondenza una galleria sotterranea che porta il suo stesso nome.

LE CATACOMBE: Inizialmente furono delle semplici gallerie utilizzate come vie di collegamento per le cave; in seguito, vennero trasformate prima in magazzini (sia civili che militari) e poi come luogo di custodia per resti ossei umani (come per esempio le ossa traslate dal vecchio Cimitero degli Innocenti.

download images

Funsero anche da luoghi di nascondiglio, in particolare durante la liberazione di Parigi, quando il colonnello Henri-Rol Tanguy si nascose in un rifugio annesso ad una cava. Oggi, una piccola parte delle catacombe è stata trasformata in vari musei aperti al pubblico. Place Denfert-Rochereau è oggi il luogo di accesso principale alle catacombe, anche se esistono ingressi molto meno formali.

All’inizio degli anni 80 era stata creata una polizia per i sotterranei.
Ciò per fare fronte al fenomeno nuovo dei catacombari che visitavano illegalmente i 285 chilometri di gallerie parigine. Passavano attraverso 392 accessi, dei quali ora la maggior parte è stata resa oggi inaccessibile. Ma questi visitatori trovano sempre il mezzo di infiltrarsi.

Meno macabra, la visita alla Cripta archeologica che si trova sotto il sagrato della Cattedrale di Notre-Dame racconta l’evoluzione dell’Île de la Cité attraverso gli scavi archeologici. Location più nota e frequentata, la metropolitana parigina vanta alcune fermate d’artista che valgono uno sguardo più attento, come Arts et Métiers.

8274683584_e9538a5e00_b-680x448 batiment_musees_crypte2_pierre_antoine crypte-archeologique-4ba73c406c79e

PARIGI

o_facecoverz-com-1372085943334.jpg

 Parigi, incantevole città.

Vai t’innamori e ci ritorni, poesia arte e luci che si insidiano nel cuore per sempre.

Da quando ho avuto la fortuna di andarci una volta, lei la ville lumiere mi ha rapita e io ho rapito lei, al punto di sentire il desiderio di ritornarci all’infinito, perchè di lei non puoi stancarti mai.

Sedersi sulla gradinata mozzafiato di Montmartre e ammirare la città in tutto il suo splendore, non esiste nulla di più romantico e affascinante, oppure camminare sul lungo Senna o sedersi a Place des Vosges e lasciarsi ispirare , la tour Eiffel  tutte le volte è necessario rivederla, il Marais  con i suoi profumi e ristoranti, i  giardini e le sue fontane, l’arte e la storia .

Parigi  che è rimasta nel mio cuore soprattutto con la sua poesia , i suoi colori  e la sua magica atmosfera.

La sua saggezza  ha sussurrato  nel mio intimo, i suoi poeti hanno inciso frasi nei miei pensieri, plasmandole in  liriche infinite, che hanno trasformato le mie notti in  strofe.

Paris mon amour.

cropped-dsc00600.jpg

cropped-p1050787.jpg

p1050785.jpg


Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

 

 

 

PARIGI LOW COST

Prima di tutto bisogna tenere in considerazione il fatto che quando si cerca il volo è meglio selezionare volo+hotel allora avrete la possibilità di risparmiare il 30°/. della vostra vacanza.

Gli Hotel che si trovano al centro di Parigi ovviamente saranno più cari rispetto a quelli periferici, ma non sempre è così, i prezzi variano,dipende dal periodo e dalla compagnia aerea,valutando bene farete una bella vacanza spendendo veramente poco.

Le compagnie aeree per eccellenza più economiche per Parigi sono Ryanair e EasyJet, i motori di ricerca hanno la convenzione  volo+hotel, solitamente Edreams è la più conveniente per la ricerca,ma troverete voli economici con avviso prezzi  su skykanner.

Per chi ha esigenze particolari e non ha spirito di adattamento potrebbe magari non andar bene un hotel senza ascensore o lontano dalla fermata della metro, è importante fare bene le proprie scelte e controllare eventuali valutazioni ad esempio  su TripAdvisor per farsi un idea.

Considerate anche che andare a Parigi significa camminare moltissimo tutto il santo giorno e quindi l’hotel è irrilevante dopo una giornata di stanchezza totale, appena vedrete un letto qualsiasi vi lascerete andare.

Nella hall dell’hotel si trovano delle mappe di Parigi e della metro, dentro troverete sconti per musei per attrazioni ristoranti e varie, perciò prendetene almeno 2 se siete in coppia.

Ad esempio troverete la riduzione per visitare il museo delle cere  Grevin ,per  L’Arc de Triomphe , un tour in battello sulla Senna con  il Bateaux, ecc ecc.

Io una volta  ho soggiornato all’ HOTEL MODERN un 2 stelle (rue du Chemin-Vert ) al 20 Arr , a due passi dal Pere  Lachaise , e mi sono trovata benissimo .

Molto bene anche all’ HOTEL BABY  (1 Rue Chenier ) 2  Arr  , zona  St Denis centralissimo, semplice pulito senza grosse pretese.

I link di riferimento sono dal sito dell’hotel in questione, per la prenotazione sarà meglio procedere da siti convenzionati per usufruire di un prezzo migliore. 

Avrete bisogno di biglietti per la metro, è più conveniente acquistare un carnet cioè 10 biglietti  vi costerà 13,30 euro , oppure c’è la Paris visite per turisti carta che oltre ai mezzi di trasporto comprende numerosi sconti su diverse attrazioni, da 1,2,3 o 5 giorni, il prezzo varia a seconda delle zone da 1 a 3 o da 1 a 6.

museo-grevin3

Se siete in molti, o se siete con la  famiglia  e con i vostri bambini, e vi fermate a Parigi per un periodo abbastanza lungo, allora vi conviene affittare un appartamento, si trovano un sacco di persone che affittano appartamenti  ad un prezzo davvero conveniente a Parigi .

Qui di seguito i Link:

  1)   APPARTAMENTO ZONA MARAIS  :

 In questo appartamento semplice ma pulito  ho soggiornato per una settimana e mi sono trovata bene, il gentilissimo  ragazzo che l’affitta parla italiano e la zona Marais è la mia preferita, la vista non è il massimo, la cucina da in un cortile e dal soggiorno un edificio … Per le viste mozzafiato bisogna andare nei piani alti e quasi sempre senza ascensore…    Fate la vostra scelta,troverete  nel sito prezzi e info.

2) APPARTAMENTO AL 12 ARR:

 In questo appartamento abbiamo soggiornato in 4 una settimana,  bello pulito e funzionale , ed economico (450 euro 1 sett in 4 ) anche qua i proprietari (famiglia di origine coreana) sono persone squisite , disponibilissime per qualsiasi vostro quesito.

L’appartamento in questione è un po’ lontano dal centro in una zona tranquilla ,comunque ben collegata dalla METRO: 6 (Bel-Air oppure Picpus ) anche con autobus n°64 a 100 metri da casa, il supermercato è a 2 passi aperto anche a ferragosto.

 

paris,notre,dame,gargouille,2

06 parigi tetti

COME RAGGIUNGERE PARIGI

Per arrivare a Parigi , ci sono tre aeroporti , il più famoso è Charles De Gaulle CDG, poi ci sono Orly e  Beauvais.

Dall’aeroporto CDG  per raggiungere Parigi è necessario prendere la  RER B  una grande rete ferroviaria, stessa cosa da Orly , mentre dall’aeroporto di Beauvais si prende un pullman costo 13 euro  si scende a Porte Maillot e da li  prendere la metro  1  per Parigi  . Attenzione però che per il ritorno a quest’ultimo  è necessario presentarsi almeno 3 ore prima della partenza dell’aereo a Porte Maillot per riprendere il pullman che vi riporterà all’aeroporto .

Français : Station Porte Maillot de la ligne 1...
Station Porte Maillot de la ligne 1 du métro de Paris, France

Dall’aeroporto CDG se arrivate tardi potrebbe essere un problema raggiungere Parigi con la RER B in quanto ultima corsa alle ore 22:30, in tal caso si può prendere un taxi dai 40 euro in su circa dipende dalla distanza , in alternativa si può prendere l’ Autobus Noctilien N120, N121, N140 (servizio notturno): partenza: aeroporto Charles de Gaulle arrivo a: Corbeil-Essonnes, oppure La Verrière, oppure Gare de l’Est costo biglietto a tragitto (solo andata o solo ritorno) per persona: € 6,80 servizio attivo in orario: 0:30-5:30 frequenza approssimativa di partenza autobus: 30 minuti.

Paris Métro
Paris Métro

Per girare a Parigi consiglio autobus  e metro, è tutto molto ben collegato e veloce,  procuratevi una mappa della metro.

metro Parigi

metro Parigi

WEBCAM : PARIS  TOUR EIFFEL

WEBCAM : PLACE DE LA CONCORDE PARIS

WEBCAM : GIARDINS DU LUXEMBOURG

PERE LACHAISE PARIS FRANCE

CIMITERO DI PERE LACHAISE PARIS

Pere-Lachaise_Aux_Mortes

Il cimitero dei famosi
Il cimitero dei famosi

Père Lachaise è uno dei luoghi più affascinanti che io abbia visitato a Parigi

La prima volta  che sono entrata in quel cimitero era il lontano 2003, da quel giorno, tutte le volte che mi reco a Parigi devo ritornarci, è qualcosa di inspiegabile che nasce dal profondo ” IO” interiore.

Fascino silente , avvolto tra cultura e mistero.

A Père Lachaise si possono trovare le tombe di molti personaggi famosi , tra questi il mio adorato  Jim Morrison,al quale sono molto legata per tutta una serie di ragioni mie personali, inoltre Oscar Wilde, Victor Noir, Shopin e molti altri, l’elenco completo è impossibile.

James Douglas Morrison
James Douglas Morrison
Jim Morrison grave
Jim Morrison grave (1943-1971) 6 DIV

Sarah Bernhardt
Sarah Bernhardt (1844-1923) 91 DIV
Sarah Bernhardt grave
Sarah Bernhardt grave
Victor Noir assassinato da Pier Bonaparte
Victor Noir assassinato da Pier Bonaparte
(1848-1870) 92 DIV

Chi è Victor Noir? Who is Victor Noir?Qui est Victor Noir?

Victor  Noir grave
Victor Noir grave
Amedeo Modigliani
Amedeo Modigliani

 

Amedeo Modigliani grave
Amedeo Modigliani
EDITH
Edith Piaf

Edit PiafEdit Piaf grave (19151963) 97 DIV

Yves Montand e Simone Signoret
Yves Montand e Simone Signoret
Yves Montand e Simone Signoret grave 44 DIV
Yves Montand e Simone Signoret grave 44 DIV

 

Oscar Wilde grave
Oscar Wilde grave (1854-1900) 89 DIV
Oscar Wilde
Oscar Wilde
allankardec
Allan Kardec (1804 –1869) 44 DIV

manifestazioni_spiritiche_kardec_luoghi_anima_LRG

Allan_Kardec
Allan Kardec grave
Chopin
Chopin
Fryderyk  Chopin
Fryderyk Chopin (1810-1849) 11DIV
MARCEL PROUST   1971-1922  85 DIV
MARCEL PROUST
1971-1922 85 DIV
Marcel Proust grave
Marcel Proust grave
Delacroix Eugene
Delacroix Eugene

PIC1703O

Delacoix Eugene grave 1798-1863 49 DIV
Delacroix Eugene grave 1798-1863 49 DIV
Honorè de Balzac
Honorè de Balzac
Honorè de Bolzac grave 1799-1950
Honorè de Balzac grave
1799-1950

MONTFAUCON-BUTTES CHAUMONT

 

grange_aux_belles_rue_de_la_53-57_gibet_de_montfaucon_48_max

 

Uno dei parchi più belli di Parigi ha anche un passato raccapricciante.

Il Parc des Buttes Chaumont è il secondo parco più grande della città e si trova nel 19 ° arrondissement, nel nord-est di Parigi.
Questo incantevole parco, costruito sotto il comando di Napoleone III, è pieno di ponti, cascate, grotte, ruscelli, laghi e persino un tempio arroccato su una collina.
Ma la storia dietro il parco non è così piacevole.
Nel 13 ° secolo la forca di Montfaucon, era una struttura in pietra posta sulla sommità di una collina che era alta oltre 16 metri.
Eretto intorno alla fine del 13 ° secolo, il patibolo è stato utilizzato fino il 1629 e, infine, smantellato nel 1760.

La struttura è stata utilizzata per appendere la gente e per visualizzare i corpi dei giustiziati,sia locali e importati.

Montfaucon era, quindi, un luogo, entro Parigi, in cui venivano impiccati i criminali ritenuti degni di un’esecuzione pubblica per la gravità, molto spesso vi finivano i ministri dei re di Francia, in particolare i ministri delle finanze: con il duplice scopo di acquietare l’ira del popolo in occasione delle ricorrenti carestie e di impadronirsi, a beneficio dell’erario.

Napoleone è intervenuto per rigenerare questa zona triste e distruggere qualsiasi ricordo della sua storia violenta, e nel 1867 è stata completata la costruzione di questo splendido parco.

Tuttavia, la sua storia orribile non finiva qui.

Villon35

Nel 1871, circa 800 comunardi occuparono il parco, e sono stati successivamente uccisi dal governo e sepolti nelle cave sotterranee.

Al giorno d’oggi nel parco non ci sono prove del suo passato macabro, ma il ponte che porta alla collina Temple de Sybille, ha un nome piuttosto sorprendente ponte -suicidio. Questo è probabilmente l’unico suggerimento degli eventi macabri che una volta si sono svolto in questi in questo  luogo ora tranquillo.

Parc-des-Buttes-Chaumont.jpg

Parc-des-Buttes-Chaumont al giorno d’ggi.

 

LA PETITE CEINTURE /LA VECCHIA FERROVIA DI PARIGI

la-pete-ceinture-15e-pierre-folk

C’è stato un tempo, in questa vegetazione deserta di diversi chilometri di ferrovia all’interno di Parigi,dove locomotive a vapore, vetture che trasportavano fino a 100.000 parigini e diverse tonnellate di merci ogni giorno facevano il loro percorso in queste  aree.,dove c’erano (ora estinti) fabbriche, macelli e mercati di bestiame.

La Petite Ceinture è una vecchia linea ferroviaria a doppio binario 32 km di lunghezza (esclusi i collegamenti).

Aperto dal 1852 al 1869 , è in primo luogo dedicato esclusivamente al traffico merci prima di essere aperto al traffico passeggeri, con l’eccezione della linea di Auteuil , al contrario direttamente aperta ai viaggiatori nel 1854 e solo nel 1867 per le merci.sY50tUJ-qLwPeaXHZB8ATOwmBD0

E ‘la linea 955 000  della rete ferroviaria nazionale con il nome di “La linea Rapée a Batignolles” 971 000 per la linea Auteuil come la “linea di Pont-Cardinet a Auteuil, Boulogne” e 980 000  per la sezione successiva, sotto il nome di “linea-Boulogne Auteuil La Rapee.”

Abbandonato dai parigini a causa della crescente concorrenza dalla Metropolitana, la linea è, per la maggior parte della sua carriera, chiusa al traffico passeggeri 23 Luglio 1934, ad eccezione della linea Auteuil è rimasto aperto fino al 1985. Il traffico merci è scomparso fin dai primi anni 1900 , e la linea è ora in gran parte abbandonata e manca una parte della sua lunghezza, ma non dismessa ,in pendii boscosi, 21 specie di uccelli, tra cui il grigio Pigliamosche (Muscicapa striata) minacciato, vengono a nidificare.

Flechedortag2

Aperto nei giorni feriali: 09:00
Sabato, Domenica e festivi: 09:30

Chiusura:
Dal 1 ° ottobre al periodo invernale: 18:30
Nel periodo invernale alla fine di febbraio: 04:45
1 ° marzo l’orario estivo: 18h
Dal orario estivo il 30 aprile: 07:30
1 MAGGIO – 31 AGOSTO: 20:30
dal 1 settembre al 30 settembre: 19:30

Per abilitare l’accesso a questo sito al pubblico, il Comune di Parigi ha fatto del paesaggio che conserva il patrimonio della ferrovia una meta turistica e mette in mostra la biodiversità unica.

Una parte della linea di Auteuil, tuttavia, è stata costruita nel 1988 per la linea C della RER .

petite-ceinture

 

montrouge-ceinture_bureau_agents_service_des_trains_vue_generale

HARD ROCK CAFE PARIS

tour_img-193000-48

L’Hard Rock Cafe Paris è situato in posizione centrale accanto al Teatro dell’Opera e i Grands Boulevards, non lontano da luoghi famosi come Musée Grévin, les Etoiles du Rex o Theather di Varietes.

Hard Rock Cafe Paris offre agli ospiti i migliori prodotti alimentari All-American e grande musica.

Ambiente leggendario, Pezzi unici, autentici e certificati sono appesi alle pareti che lo rende un vero Museo del rock.

Iniziato con una chitarra di Eric Clapton , uno scherzo tra amici, negli anni settanta in questo eccentrico diner americano a Londra chiamato Hard Rock Cafe.

filename-dscn0546-jpg

IMG_0702

img1

Memorabili :

Jimi Hendrix,Dimebag Darell – Pantera,Madonna,Whitney Houston, Jim Morrison (the doors),Frank Zappa,Elton John,The Clash,Elvis Presley,John Lennon,Motley Crue,Johnny Cash.

hard-rock-cafe-paris

SI TROVA :  14 Boulevard Montmartr ,

METRO : 9,  Richellieu-Drout  e    8,  Grands-Boulevards

IL PIEDE DESTRO DELLA STATUA DI MONTAIGNE

Immagine

Michel de Montaigne fu filosofo , scrittore, politico e aforista francese, (1533-1592).

Di fronte alla Sorbonne, dal lato della rue des Ecoles, presso lo square Paul Painlevè, c’è la statua di Montaigne che  possiede una curiosa particolairtà : il piede destro, a guisa del seno di Giulietta a Verona , o del sesso di Victor Noir  a Pere Lachaise, sembra esser stato consumato da molte mani.

La statua in bronzo che risale al 1933 ha rimpiazzato una statua in pietra dello stesso Montaigne.

place2

La storia racconta che tutti i desideri pronunciati carezzando il piede destro dello scrittore e pronunciando la frase “SALUT MONTAIGNE” vengano esauditi.

Pare che all’origine di quest’atto ci sia semplicemente una superstizione studentesca.

paris-montaigne-square-paul-painleve

Citazioni di Michel de Montaigne:

– Il parlar che io preferisco è quello semplice e schietto, sia che io scriva sia che io parli.

– La vera libertà consiste nel sapersi dominare in tutte le cose.

– Nelle nostre azioni abituali di mille non ce n’è una sola che riguardi noi stessi e la nostra condizione.

METRO: 10,  Cluny – La Sorbonne

MUSEE DE L’EROTISME IN PARIS (per adulti ) (adults only)

Immagine

Questo museo nel cuore di Pigalle, mostra l’influenza che l’erotismo ha esercitato sugli artisti dalla notte dei tempi ed in tutti i continenti, in tutte le sue forme: pittura, scultura, mobili, arti grafiche, oggetti d’arte. Un programma ambizioso con una collezione permanente di oltre 2000 pezzi.

Immagine

Il Museo dell’erotismo di Parigi condivide il suo successo con l’area in cui è situato: Montmartre (10 milioni di visitatori ogni anno).

Vocazione educativa e ricreativa del museo si mescola bene con questa Mecca della cultura e dello spettacolo.Questo posto è pieno di promesse, i partiti e le emozioni tonificanti.

Aperto dalle 10 alle 02

Lo trovate in  72 bd de Clichy Pigalle     METRO: 2, Blanche

Immagine

Immagine

Immagine


MOULIN DE LA GALETTE

 

 

DSC00697

 

A Montmartre sopravvivono due mulini, che furono immortalati dai pittori Pierre-Auguste Renoir e Vincent van Gogh , Il luogo divenne famoso appunto perché assiduamente frequentato e riprodotto da molti grandi pittori .

La famiglia Debray acquistò due mulini nel 1809 per la produzione di farina,  costruiti nel 1717.

Ma sono stati anche usati per pressurizzare il raccolto o macinare materiali necessari per la produzione, si salvarono dalla distruzione nel 1915.

Nel 1924, il  proprietario ha spostato i mulini a vento all’angolo delle vie Lepic e Girardon.

 

moulin-de-la-galette

Essi furono restaurati nel 1978,  i mulini sono stati  classificati come monumento dal 1939.

Alla fine delle guerre napoleoniche, nel 1814, durante l’assedio di Parigi molti uomini persero la vita difendendo il mulino a vento contro i cosacchi; il mugnaio è stato ucciso e inchiodato alle ali del mulino a vento.

Durante la guerra Franco-Prussiana Montmartre è stata attaccata da 20.000 soldati prussiani.

Durante l’assedio, Pierre-Charles Debray è stato ucciso e inchiodato alle ali del mulino a vento.

Una fossa per quelli uccisi durante l’assedio fu fatta a pochi passi dal  Moulin de la Galette.

Il mulino è stato trasformato in una guinguette dal figlio del Mugnaio ucciso durante l’assedio di Parigi nel 1814.

Immagine

 Il nome corrente del Moulin de la Galette si basa su galette, un piccolo pane marrone che producevano i mugnai Debray, che possedevano il mulino nel XIX secolo, realizzati e venduti con un bicchiere di latte.

Il gustoso pane divenne così popolare che in seguito divenne il nome di mulino a vento.

Nel 1830, hanno sostituito il latte con il vino (soprattutto il vino locale di Montmartre) e il mulino a vento è diventato un cabaret.

I parigini hanno fatto la loro strada a Montmartre per godere “i piaceri semplici” della campagna con un bicchiere di vino,  il pane appena sfornato e una terrazza con la vista di Parigi e la Senna sotto.

Nel 1833, uno del Debrays ha deciso di aprire uno spazio per ballare, dedicato alla greca Musa Tersicore.

Metro: 2 e 12 Pigalle

RISTORANTI STRANI E PARTICOLARI

Toi

toi-nuit_01

Situato nei pressi degli Champs Elysées  il TOI è un ristorante con un ambiente insolito.

 Mostra di pittura, pareti e rosa fucsia appariscente, sedie di design, il TOI ha più di un asso nella manica per attirare i clienti, DJ,  concerti, il brumch e fascino sexy di una cena romantica con vista, non si può dimenticare, siete a Parigi, una capitale affascinante.

toi-plats_02

Si trova in 27 Rue du Colosseo  Parigi  (8 arr. )  Metro: 9  Saint Philippe du Roule.

 

La Wagon Blu

Vue-de-linterieur

Concedetevi un viaggio nello spazio-tempo in questo ristorante Orient Expresse con atmosfera ricca di storia.

E’ possibile scegliere tra una cucina bistrot e piatti con influenze della Corsica.

Planche-mixte-charcuterie-et-fromages-corses-servi-avec-de-la-confiture-de-figue-et-noix

Lo chef cucina semplici e deliziosi piatti come la bistecca alla tartara, se volete un po ‘di sole nel piatto, andate per il menu di tapas, con formaggi e salumi direttamente dal isola della bellezza.

Apercu-de-linterieur

I padroni di casa vi accoglieranno con un sorriso e buon umore!

E se si vuole portare a casa una specialità della Corsica, la boutique vi piacerà.

Si trova nel 17 ° arrondissement,    7, rue Boursault,     Metro:    2   Rome .

Ristorante Auto Passion Café di Paris

734525_484657618263086_428801961_n

Per gli appassionati di automobilismo, il locale ricrea alcune atmosfere del mondo dei motori.

Tutto, al suo interno, è dedicato alle quattro ruote, con foto, cimeli e parti meccaniche copiosamente presenti in ogni angolo, insieme a vetture stradali di vario lignaggio.

images (2)

auto-passion-cafe

Originale sul piano estetico, ma anche la cucina si esprime con note forti. Lo chef prepara piatti deliziosi, che non lasceranno scontente le papille gustative, mentre si sta seduti abbracciati  dai sedili racing.

images (1)

Disponibile anche per incontri privati, l’Auto Passion Café si presta a molte missioni.

Mangia e bevi seduto su sedili sportivi.

restaurant-auto-passion-paris

Si trova  nel 14 ° arrondissement,           197   Boulevard Brune      Metro:   4   Mairie de Montrouge , e  4 Alésia.

RISTORANTE LE FOYER DE LA MADELEINE

DSC01144 (Large) (Custom)

Questo incredibile ristorante non è facile da trovare, è situato nei sotterranei della chiesa della Madeleine, dove i pasti vengono serviti esclusivamente da volontari sotto il soffitto a volte.

Immagine

Gli avventori regolari si riuniscono nella cantina e, se richiesto, è disponibile un sacerdote.

Per entrare è necessario associarsi, (quota 3 euro) menù ( 8 euro)

Trovate questo ristorante in Rue de Surène 14, nell’ 8°arr. all’interno della chiesa della Madeleine dal lato di rue Fauchon, dietro i fiorai.

Metro 8: Madeleine

Aperto da lunedì a venerdì dalle 11:45 alle 14:00.

AU VIN DES PYRENEES (MARAIS RUE BEAUTREILLIS)

429515_10150566458816791_218167313_n

Atmosfera da bistrò, cucina particolare, in un locale un tempo adibito a rivendita di vini.

Piatti principali 12-18 euro.

422910_10150589506306791_2046195573_n

Trovate questo ristorante in 35 Rue Beautreillis, Zona Marais  4°arr. Metro: 1 Saint-Paul , 7  Sully-Morland, e  5,7,8  Bastille.

Aperto da lunedì a domenica dalle 12 alle 14:30 e dalle 20 alle 23:30.

Bar aperto fino alle 2 del mattino.

LE REFUGE DES FONDUTE (ZONA MONTMARTRE)

un-locale-che-ti-lascia

Le Refuge des Fondues è unristorantino divertente e chiassoso dove fanno la fonduta, si trova  a Montmartre, c’è un sacco di vino a buon mercato, che viene servito in biberon.

images

Come avrete intuito, ciò che rende Le Refuge des Fondues speciale non è il cibo ma l’atmosfera pazzesca.

La sala da pranzo è piccola e accogliente , con due lunghi tavoli con panche lungo entrambe le pareti.

 Se il posto è pieno bisogna essere pronti a salire sul banco e scavalcare il tavolo verso l’altro lato!

images (3)

Non vi preoccupare, i camerieri sono estremamente cordiali e affascinanti vi daranno una mano in modo che non entrerete in una pentola di formaggio fuso.

Ora si può capire perché il vino è servito in biberon!

images (2)

Le mura di Le Refuge des fondute sono coperte di graffiti, avrete la possibilità di aggiungerne, se volete!

 Siate pronti a chiacchierare un po ‘ con i vostri vicini su entrambi i lati ,  la sala da pranzo è di un’atmosfera di festa,sono i presupposti per piacevoli chiacchiere con gli sconosciuti  una rarità nella normale società parigina, e un cambiamento positivo, a mio parere!

Trovate Le Refuge in 17, rue des Trois Frères Metro:  12  Abbesses.

DANS LE NOIR

Paris_spring_193_gallery

Dans le Noir è un ristorante dove si cena in buio totale, è buio pesto, e non è possibile vedere la mano davanti al viso.

I camerieri sono ciechi , attraverso questa  esperienza avrete un assaggio di cosa vuol dire essere ciechi per una serata.

Dine-NY-Dans-le-Noir-Paris-5

E ‘una  strana esperienza, e sicuramente vale la pena provare una volta mentre siete a Parigi.

Vi consiglio di andare con il menu a sorpresa, in modo da poter  mangiare roba che non si può vedere e cercare di identificare tutti i sapori e consistenze: è più difficile di quanto si potrebbe pensare!

Tuttavia, se si dispone di restrizioni dietetiche o semplicemente di certi tipi di cibo, si può discutere con la padrona di casa e ordinare qualcosa di specifico, ma dovrete perdere parte del divertimento.

Quando è il momento di entrare nella sala da pranzo, un membro dei camerieri vi accompagna attraverso una pesante tenda nera in sala da pranzo ai posti a sedere al vostro tavolo.

Dans le Noir è piuttosto costoso; circa 45 euro a persona .

Lo trovate al  51 Rue Quincampoix,  Metro: 11  Rambuteau .

CHEZ SVETLANA

filename-photo-jpg-thumbnail0

 La sala da pranzo del Chez Svetlana è piccola ed accogliente, uno stile russo con decorazioni  pazze , le parati vecchio stile e tonnellate di quadri e specchi e piccole stringhe di luci ovunque, intimo e  e romantico.

10

Il menu al Chez Svetlana ha una lista abbastanza tradizionale di piatti sostanziosi russi , I suoi antipasti offrono assortimento di salmone affumicato, caviale (melanzane) e Taramasalata.

24

Menù 19,90 euro.

 Antipasto:
Blini au Tarama maison 
Borchtch maison 
Caviar d’aubergine fait maison

Plats
au Choix
Vareniki maison ukrainiens
pelmeni siberiens
Vareniki maison au chou

Lo trovate al: 52, Rue d’Orsel,  Parigi  Metro: 2,12 Abbesses , Anvers 18 arr.

IL SEPOLCRO DI NAPOLEONE BONAPARTE ( LES INVALIDES)

Immagine

Hôtel des Invalides di Parigi, un grande edificio meglio conosciuto semplicemente come Les Invalides.

Uno straordinario complesso architettonico fatto di musei, monumenti, chiese, ospedale e casa di riposo per veterani di guerra.

Sotto la cupola del Dome des Invalides,si apre la cripta che contiene il sepolcro dell’Imperatore Bonaparte,i cui resti furono trasferiti dall’isola di Sant’Elena.

 Il 5 maggio 1821 Napoleone va verso l’isola di Sant’Elena, dove fu esiliato dal 1815.

Venne sepolto nelle vicinanze di una fonte, all’ombra di alcuni salici, nella ” valle del Geranio “.

 Il suo corpo rimase fino al 1840.

Immagine

Nel 1840, è stato deciso dal re Luigi Filippo il trasferimento del corpo dell’imperatore. Marinai francesi, sotto il comando del principe di Joinville, portarono la sua bara in Francia a bordo della ” Belle Poule “.

L’arrivo delle spoglie fu un avvenimento eccezionale, celebrato da un grandioso corteo funebre, con la partecipazione di migliaia di parigini, fra cui il celebre scrittore Victor Hugo, che descrisse l’episodio in alcune pagine memorabili.

L’ imperatore riposa in un sarcofago di porfido rosso finlandese su un piedistallo di granito verde, attorniato da dodici colossali Vittorie in stile neoclassico.

Arrivate a Les Invalides con la Metro 8, Invalides

Immagine

L’Army Museum è aperto tutti i giorni.

  • Dal 1 ° aprile al 31 ottobre: Dal ​​Lunedi alla Domenica dalle 10h alle 18h

  • Dal 1 ° novembre al 31 marzo: Dal Lunedi alla Domenica dalle 10h alle 17h

  • Chiusura cassa 30 minuti prima della chiusura del museo.

  • Prezzo intero: 9,5 €

  • Prezzo ridotto: 7,5 €

  • Immagine

Immagine

Immagine

MUSEO EDITH PIAF PARIS

7720-musee-edith-piaf

All’anagrafe Edith Giovanna Gassion,la più celebre chanteuse di Francia, nata nel 1915, divenne famosa sia in patria sia all’estero tra i trenta e i quarant’anni.

Questo appartamento a nord del Marais (vicino a quello in cui crebbe,a Beleville) ospita un memoriale privato,con fotografie, gioielli, abiti, oggetti legati al mondo della musica e altri effetti personali della cantante.

Al suo funerale presero parte migliaia di persone.

Il suo corpo riposa nel cimitero parigino delle celebrità  Père Lachaise  : l’elogio funebre venne scritto da Jean Cocteau che però morì d’infarto poche ore dopo aver appreso la notizia della morte della cantante.

Nella tomba della “Famille GASSION-PIAF” riposano con lei anche il padre Louis Alphonse Gassion, la figlia Marcelle ed il marito Théophanis Lamboukas.

Sulla tomba c’è scritto: “Madame LAMBOUKAS dite EDITH PIAF 1915 – 1963“.

Occorre chiamare in anticipo per visitarlo. Tel 0143555272.

Lo trovate in  5 rue  Crespin du Gast 11 arr. Quartier : Père-Lachaise – Ménilmontant

Metro: 2 Ménilmontant

Chiuso venerdi sabato domenica e festivi.

Immagine
Edith Piaf

edith-piaf

SAINT-GERMAIN DES PRES

Immagine

Questo quartiere è chiamato  così perchè prende nome dalla chiesa più antica di Parigi,Saint-Germain-des-Prés, ed è diventato un indirizzo prezioso per i parigini e gli stranieri .

Forse non la chiesa più conosciuta e visitata di Parigi,certamente è la più antica e una delle più amate dai parigini.

Ha una storia lunga e travagliata ma che merita di essere conosciuta.

Carlo Magno vi investì molto, facendola diventare uno dei luoghi più pretigiosi del regno, luogo di sepoltura dei sovrani Merovingi.

Distrutta dai normanni venne ricostruita insieme al campanile intorno all’anno 1000.

Il campanile è tutto quello che oggi resta di quella costruzione originaria ed infatti è il più vecchio di Parigi.

Papa Alessandro III la riconsacrò nel 1163, pochi giorni prima di posare la prima pietra per la cattedrale di Notre Dame.

Durante la Rivoluzione Francese, la chiesa fu usata come magazzino per la polvere da sparo e la disgrazia volle che 15 tonnellate di polvere da sparo esplosero e mandarono in frantumi una gran parte di della chiesa ed il monastero.

Oggi rimangono solamente la chiesa e l’abbazia.

Sul lato opposto si trova il famoso Cafè De Flore di Parigi.

Inoltre in questa chiesa si celebrarono i funerali del famoso poeta Oscar Wilde.

In questa zona, Claude Monet e Auguste Renoir condivisero un monolocale angusto a 20 rue Visconti, e il giovane Picasso a malapena sopravviveva in una stanza di Rue de Seine.

 Nelle vicinanze del 7e arrondissement, l’attrazione principale è il museo d’Orsay,sede di una collezione di classe mondiale di quadri impressionisti in una stazione sulla Senna convertito Belle Époque ferroviario.

 E ‘famosa per avere alcune delle linee più lunghe di Parigi, quindi una visita al Orsay deve essere pianificata con cura.

Ci sono anche diversi musei minori che meritano una sosta, tra cui l’imponente Musée Maillol, una collezione privata di un elegante palazzo dedicato all’opera dello scultore Aristide Maillol.

Il Musée Delacroix, in bel posto Furstenburg, è sede di una piccola collezione di opere del maestro romantico.

 Poco lontano si trova la maestosa Chiesa St-Sulpice, dove si possono vedere due imponenti affreschi di Delacroix.

SI arriva con la METRO: 4  Saint-Germain-des-Prés

Immagine

Immagine

Immagine

LES DEUX MAGOTS

Les_Deux_Magots

La caffetteria Deux Magots, vera e propria istituzione parigina creata nel 1885 è nelle mani della Mathivat famiglia proveniente da L’Alvernia dal 1919.

 La sua terrazza guardando oltre la chiesa di Saint-Germain des Pres continua ad attrarre il cliente straniero .

Come risultato, il Deux Magots, ha una clientela composta per il 70% turisti abituali.

L’arredamento non è cambiato di una virgola, le panchine in fustagno rosso e le tavole di mogano hanno superato la prova del tempo.

 I camerieri vestiti in bianco e nero sono ugualmente parte del decoro di questo luogo storico.

Le sue due statue che rappresentano i mandarini cinesi che guardano serenamente la stanza  danno il nome a questa istituzione emblematica di Saint-Germain des Prés.

 “Magot” significa “figurina tarchiata dall’Estremo Oriente”.

 Questi due “Magots” sono l’unico resto lasciato dal vecchio negozio di seta che nel 1885 è diventato un bar di liquori.

 Verlaine, Rimbaud e Mallarmé ed altri, hanno sorseggiato assenzio sulla terrazza.
Nel ’20  il Deux Magots  ha ottenuto la  lettera di nobile e divenne il quartiere generale di artisti e intellettuali , fu così che Iil mito di Saint Germain nacque.
Scrittori e artisti come James Joyce, Bertold Brecht o anche Stefan Sweig, Picasso e Hemingway esteri vennero per incontrarsi qui.

Si arriva a  6 Place Saint-Germain des Prés con  la METRO : 4  Saint-Germain des Prés

20130404_446102

2-magots

JARDIN DU LUXEMBOURG ( GIARDINI DI LUSSEMBURGO) PARIS

Jardin-du-Luxembourg-View

I giardini Du Luxembourg sono stati fatti  in stile italiano, su richiesta di Maria de’ Medici.

Lei era di origini italiane e aveva trascorso la sua giovinezza a Firenze a Palazzo Pitti.

Il giardino di Boboli a questo palazzo è stato l’ispirazione per il Jardin du Luxembourg.

Nel XIX secolo quando il parco privato fu aperto al pubblico, è stato ridisegnato in stile più francese, ma il layout originale è stato conservato.

Al centro del parco c’è un laghetto ottagonale, conosciuto come il Grand Bassin.

Qui, i bambini possono noleggiare piccole imbarcazioni, ci sono molte altre attrazioni per bambini come il Teatro dei burattini, pony rides e una giostra, intorno al laghetto ci sono belllissimi prati e vicoli, tutti disposti in un modello geometrico.

Numerose statue, tra cui la statua di Saint-Geneviève – patrona di Parigi – adornano il parco.

Questo è anche uno dei parchi dove si può semplicemente entrare in possesso di una delle tante sedie e portarla al punto esatto dove si desidera sedersi.

Il parco è inoltre popolare per i giocatori di scacchi e giocatori di bocce de Jeux.

Il Jardin du Luxembourg dispone di due fontane degne di nota.

Il più famoso è il Fontaine Médicis, una romantica fontana barocca progettata all’inizio del secolo XVII.

Si trova alla fine di un piccolo stagno al Fontaine Médicis lato nord-est del parco.

Un gruppo scultoreo centrale mostra la figura mitologica greca di Polifemo che guarda gli amanti ACI e Galatea, è affiancato da figure allegoriche raffiguranti i fiumi Senna e del Rodano.

All’estremità meridionale del parco, a un’estensione conosciuta come i Jardins de l’Observatoire, è un’altra fontana, la Fontaine de l’Observatoire progettato da Davioud, Carpaux e Frémiet nel 1873.

La fontana include una statua di un globo sostenuto da quattro donne, ognuno dei quali rappresenta un continente.

Il Jardin du Luxembourg, i Giardini di Lussemburgo di Parigi, si trovano nel 6 arrondissement, nei pressi dell‘Università della Sorbona e del Pantheon.

Si arriva con: Metro 12 Rennes , Metro 4  Saint-Placide, Metro 4 e 12 Odéon.

jardin-du-luxembourg

in_jardin_du_luxembourg

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

LE CIMETIERE DES CHEINS ET ANIMAUX DOMETIQUES ( IL CIMITERO DEI CANI )

Immagine

Le Cimetière des Chiens è a Asnières-sur-Seine, un comune nella periferia, appena a nord-ovest di Parigi .

Non  è molto lontano, a soli 25 minuti di metropolitana (se) dal centro di Parigi , per  una rapida visita durante la vostra vacanza parigina!

Mentre il cimitero è comunemente indicato semplicemente come “Le Cimetière des Chiens”,  è il cimitero di cani e altri animali domestici, c’è un’iscrizione in pietra su un monumento vicino all’ingresso.

Il cimitero ha accolto gli animali  in genere non solo cani  per molto tempo, da quando ha aperto nel 1899.

Ci sono tonnellate di tombe di gatti, così come alcuni cavalli , almeno una scimmia , una pecora  una gallina , ecc

Molte tombe hanno statue di gatti o cani su di loro, o le foto degli occupanti sulla lapide.

Altri hanno solo i nomi e le iscrizioni, lasciando mistero su quale tipo di animale c’è sotto , a volte si può intuire dal nome,  altre volte davvero non si può.

La stragrande maggioranza degli animali tumulata nel cimitero sono cani e gatti, ma ci sono alcune tombe non-canine/non-feline le troverete se tenete gli occhi aperti.

Lo trovate in 4, Pont de Clichy, Asnières-sur-Seine, Francia METRO: 13 Gabriel Péri

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

JULIEN AURONZE E CO. PARIS (CONTROLLO DEI PARASSITI)

Immagine

 Julien Aurouze e Co. è un negozio di controllo dei parassiti con una finestra frontale accattivante addobbata con topi morti e altre creature assortite .

Originariamente fondato nel 1872, il negozio si è sempre specializzato nel controllo dei parassiti, o più specificamente come assassini di ratto.

Situato in Rue des Halles vicino all’Hotel de Ville, ha una facciata in stile  molto tradizionale e vecchio.

ll negozio è stato descritto brevemente nel film Disney / Pixar Ratatouille in una scena del ratto  Remy viene visualizzata la finestra di suo padre come un avvertimento, stare lontano dagli esseri umani .

Comunque, non c’è molto di più da dire su questo posto, ma dal momento che è proprio nel centro di Parigi, si può facilmente fermarsi e dare un rapido sguardo  mentre siete nel quartiere.

E ‘deliziosamente fuori luogo in questa vivace, zona relativamente moderna, situato tra la Rue de Rivoli e il Forum des Halles.

Lo trovate in 8, Rue des Halles, 75001 Parigi  METRO: 4, 7, 11 ,14 Châtelet – Les Halles.

 

Immagine

Immagine

Immagine

LES CATACOMBES DE PARIS (LE CATACOMBE DI PARIGI )

IMG_0052
interno delle catacombe

Le catacombe in origine erano cave di calcare dei tempi dei Romani, trasformate in gigantesco ossario tra il 1786 e il 1814, quando vi furono raggruppate le ossa provenienti da molti cimiteri della città, in particolare quello degli Innocenti (les cimètiere des innocents).

Si calcola che in questo dedalo di tunnel e passaggi sotterranei siano sistemati oltre sei milioni di scheletri, tra cui quelli di molte vittime della Rivoluzione, come Danton e Robespierre, che furono sepolti in fosse comuni.

Questo è un luogo particolarmente macabro  e oscuro, per raggiungere il sottosuolo ci sono ben 130 gradini di una scala a chiocciola in pietra (20) metri in discesa, e 83  gradini per l’uscita in salita,  su rue Remy Dumoncel (Mouton-Duvernet), 700 m a sud ovest di av colonnello Henri Roi-Tanguy, (da un’alto lato).

Nei tunnel, la temperatura è un po’ fresca 14 ° C – portare una giacca, anche in estate.

Alcuni pazzi fanatici dopo la visita hanno avuto il coraggio di prendersi qualche ricordino raccapricciante, (denti teschi e ossa) … Badate a non farlo in quanto troverete all’uscita i controlli della polizia che vi guarderanno nello zaino.

COME ARRIVARE

Trovare le catacombe non è molto semplice , non c’è un cartello molto grande che indichi l’entrata,  ma c’è un chiosco di colore verde scuro e vedrete una fila interminabile fuori, quindi capirete che siete arrivati.

L’entrata  è  a Place Denfert Rochereau, METRO 6 e 4  Denfert Rochereau.

IMG_0037

IMG_0062

IMG_0058

IL PADRE DELL’EGITTOLOGIA (Jean-François Champollion)

Champollion  Jean François Champollion detto Champollion il Giovane (1790-1832), è stato un archeologo ed egittologo francese.

Si interessò ai geroglifici già dalla sua  infanzia a Fourier, dove ha imparato a conoscere la Stele di Rosetta.

British museum, la stele di Rosetta
British museum, la stele di Rosetta

 Da ragazzo ha imparato molte lingue, tra cui l’ebraico, l’arabo, il siriaco, caldeo e cinese, e più tardi ha aggiunto  copta etiopica, il sanscrito, il persiano e altri.

 All’età di sedici anni ha letto un documento sulla lingua copta prima del Grenoble Academy.

Grazie alla stele di Rosetta, aveva decifrato i geroglifici e creato legami di fondamentale importanza con l’Egitto. 

Con la sua intermediazione, infatti, Carlo X aveva richiesto al pascià Mohammed Ali i due  obelischi di Luxor  ottenendone uno.

Champollion fu nominato Conservatore delle collezioni egizie del Louvre, a Parigi nel 1826.  

Ha fatto la sua unica visita in Egitto nel 1828-29, conducendo la prima indagine sistematica dei monumenti del paese, storia e archeologia.

 Al suo ritorno, il primo presidente nella storia egiziana e l’archeologia è stato creato per lui al Collège de France, Parigi.

 Champollion morì il 4 marzo 1832 a seguito di un ictus, mentre preparava i risultati della sua spedizione per la pubblicazione.

  Champollion fu seppellito nel cimitero di  Pere Lachaise a Parigi.

Sopra la sua tomba appunto un obelisco come simbolo di riconoscimento.

16 Obelisk

    photo   monaco1990-Champollion-small   ImageCache

LA PIRAMIDE DEL PARCO MONCEAU

Immagine

Conosciuto come uno dei parchi più belli di Parigi, Parco Monceau, il frutto del duca di Orléans nel XVIII secolo, è diventato un luogo per chi cerca la tranquillità lontano dalla vivace città .

Nel 1769, il duca di Chartres (più successivamente il duca di Orleans) acquistò un piccolo appezzamento di terreno su cui egli sperava di costruire un giardino. Un padiglione costruito nel centro e il duca progettato per espandere l’area per tutto il decennio successivo.

Il duca assunse Louis Carrogis Carmontelle per progettare i giardini in stile inglese.

Questi giardini sono molto meno formali rispetto al tradizionale giardino alla francese,  si distingue da molti altri parchi a Parigi.

Carmontelle aggiunse casualmente delle sculture,  piccoli elementi architettonici come un mulino a vento, una piramide e alcune colonne corinzie.

Quando il duca fu giustiziato nel 1793 durante la rivoluzione francese, il giardino ritornò alla proprietà pubblica.

Prima venne venduto alla città di Parigi nel 1860, fu costruita una grande rotonda al centro del parco.

Immagine

In questo periodo, l’architetto paesaggista Thomas Blaikie fu ingaggiato per riprogettare il parco.

Ha rimosso alcune sculture e aggiunte altre , creò un giardino formale francese più tradizionale.

Il giardino pubblico è stato inaugurato nel 1861 da Napoleone III.

Il parco Monceau, anche se ora è più tradizionale nella natura, vanta ancora un certo numero di elementi che sono stati aggiunti nel corso del secolo.

La più sorprendente è la piramide di pietra la cui porta è inquadrata da due teste egiziane.

Si tratta con ogni probabilità di un simbolo massonico (segno di immortalità) , dovuto all’architetto Bernard Poyet che ideò anche altri monumenti nel parco.

Arrivate al parco con la METRO 2  Monceau

Immagine

OBELISCO DI LUXOR ( Place de la Concorde)

Immagine

Donato dal vicerè d’ Egitto Mohamet Ali, l’obelisco in granito con geroglifici relativi al regno del faraone Ramses II,  pesa più di 230 tonnellate ed è alto 23 metri.

Anticamente apparteneva al tempio di Luxor in Egitto affiancato da un altro uguale

Fu posato al centro della piazza nel 1836, al cospetto di Luigi Filippo.

Questo posto (pronunciato “plahss”) è il luogo dove la ghigliottina si trovava durante la Rivoluzione francese, e sia il re Luigi XVI e la regina Maria Antonietta (insieme a innumerevoli altri aristocratici e assortiti scatti ricchi) persero le loro teste mozzate qui.

Place de  la Concorde si rova all’ 8 arrontissement  METRO : 1 Concorde

Immagine

Immagine

Immagine
TEMPIO DI LUXOR EGITTO

MAGASIN LULU BERLU (il più grande negozio di giocattoli da collezione in Francia)

Immagine

Immagine

Il Lulu Berlu  è un negozio per chi ama i giocattoli vintage,vasta selezione, sopratutto per collezionisti.

Qui troverete davvero di tutto, consiglio di recarvi all’interno con il portafoglio a fisarmonica, i giocattoli in questo negozio hanno prezzi folli , ma vale la pena di vederli, e di fare qualche colpo di testa acquistando qualcosa che ricorda la vostra infanzia e che probabilmente non troverete altrove.

Quando vedrete un negozio dipinto di giallo e blu con la vetrina tappezzata di giocattoli capirete subito che si tratta di Lulu Berlu.

Lo trovate in 2, rue du Grand Prieuré 75011 11 ° arrondissement  METRO: linee 5 e 9

Immagine

IL CIMITERO DEL CALVARIO (CALVARY CEMETERY) MONTMARTRE

IL CIMITERO DEL CALVARIO  (CALVARY CEMETERY) MONTMARTRE

images (4)

“Uno dei luoghi più segreti di Parigi”

Costruito nel 1833 da Padre Ottin, il sito di Montmartre è una Via Crucis progettato per commemorare la Passione di Cristo.

Questo è uno dei luoghi più segreti e unico nella capitale.

Esso include una grotta di roccia paesaggistica che ricorda il Santo Sepolcro (luogo della morte e risurrezione di Gesù).

Nonostante le indulgenze che erano attaccate ad esso da parte del papa, il calvario non è attratto da pellegrinaggi.

Questo sito in cima a Montmartre, il punto più alto di Parigi, è stato originariamente occupato da un tempio romano dedicato a Marte, è da questo tempio che la collina prende il nome (in latino Mons Martis ).

Fu costruita un chiesa sulle rovine del tempio  nel 7 ° secolo, l’attuale chiesa faceva parte di un monastero benedettino fondato da Adelaide de Savioe, madre del re Luigi VII, nel 1134.

 Fu consacrata in una sontuosa cerimonia alla presenza del re, San Bernardo di Chiaravalle, e Pietro, abate di Cluny.

Più vecchio di tre anni rispetto al cimitero di Pere Lachaise, non è tuttavia il più antico dei cimiteri di Parigi.

Il cimitero del Calvario conta 85 tombe molto semplici.

Tra le celebrità, si trova qui sepolto il navigatore  Louis Antoine, conte di Bougainville, morto a  Parigi il 31 agosto 1811.

Il cimitero è aperto al pubblico per la festa di Ognissanti (1 novembre) e nelle giornate del patrimonio e dei giardini.

Il cimitero si trova in 2, rue Mont-Cenis METRO  n°12 : Abbesses.

IL MURO DEI FANTASMI DEI FEDERALI (Un muro fantomatico lungo il cimitero Pere Lachaise )

800px-Monument_fédérés

Una serie di volti fantomatici  scolpiti nella pietra sembrano emergere da esso.

Si tratta di un operaio, un prete, un federale in uniforme e ancora una madre con il suo bambino.

Le silhouette sono circondate da tracce di proiettili di fucile.

Realizzato nel 1909 da Paul Moreau Vautier (1871-1936) , il muro è in realtà un monumento dedicato alle vittime della rivoluzione e fu costruito con le pietre originali del muro contro il quale vennero fucilati gli ultimi rivoluzionari della Comune.

Esso fa parte della cinta muraria del cimitero di Pere Lachaise.

Una targa ricorda quest’episodio sanguinoso in cui furono fucilati 2000 rivoluzionari della Comune.

La Comune di Parigi designa un periodo rivoluzionario della durata di sessantadue giorni che interessò la città tra il marzo e il maggio del 1871.

Come accadde in numerose altre città francesi , in seguito alla sconfitta contro la Prussia, un gruppo di rivoluzionari si rivoltò contro il governo di Thiers con sede a Versailles, tentando di fondare delle comuni e dei governi proletari.

DV IMAGE

Mur_des_fédérés_03

IL PASSAGGE DU CAIRE

2011 april 1 DSC_0113

Un quartiere in stile ritorno  all’Egitto in piena Parigi ,Il passage du Caire il più lungo e senza dubbio uno dei più animati di Parigi,Ispirato dal Grand Bazar della capitale egiziana.

Il passagge sbocca sulla place du Caire, la cui facciata n°2 è ricoperta da geroglifici e ornata da colonne.

Il passage du Caire si trova in place du Caire Metr: 3 Sentier.

4                LINK:   DOVE SI TROVA 

LA CORTE DEI MIRACOLI

L a Place du Caire era una delle 12 corti dei miracoli della Parigi del XIX secolo.

Luogo di riunione di malviventi e fuorilegge di ogni sorta,essa costituiva allo stesso tempo il teatro d’azione di veri e falsi mendicanti che venivano a praticare qui la loro arte.

Alla fine della giornata si sbarazzavano dei loro falsi attributi ( stampelle, false gambe di legno,falsi moncherini9 e tornavano a casa.

Coloro che osavano avventurarsi in questo luogo malfamato a notte inoltrata godevano di uno spettacolo sorprendente: i ciechi avevano ritrovato improvvisamente la vista,i sordi richiamati  da un collega si giravano udendo il loro nome… Fu così che l’appellativo di  “corte dei miracoli” si impose abbastanza rapidamente.

IMG_2083 FF TOP CC

passage-caire-484223

LO ZUAVO DI GENTILLY

“UN GUARITORE DALL’OLTRETOMBA”

gentilly003

images (1)

images11255295

Si tratta della tomba più famosa del cimitero di Gentilly…La storia dello zuavo  Jacob, ad oltre un secolo dalla sua esistenza, è sempre intrigante.

Come dimostrano le iscrizioni funerarie e i mazzi di fiori, sono ancora in molti a credere ai poteri miracolosi di questo guaritore della Belle Epoque che si dice, curava i malati grazie al suo fluido.

Pare che qualcuno lo consulti anche post mortem.

Lo zuavo Jacob fa parte di quel mondo bizzarro di ipnotizzatori, magnetizzatori e praticanti di esoterismo.

La sua tomba si trova sull’allèe du Somment (nella parte alta del cimitero) .

Gli appassionati di questo genere di luogo non devono assolutamente farsi sfuggire l’occasione di visitare lo strano cimitero sito a Parigi non a Gentilly.

Il cimitero di Gentilly si trova  in 7, rue de Sainte Hélène( RER B) Citè Universitaire.

Link utile:      DOVE SI TROVA’?

Link utile:      GENTILLY

COME RAGGIUNGERE PERE LACHAISE

Entrata principale Pere Lachaise
Entrata principale Pere Lachaise

 

 

Il cimitero di Pere Lachaise si trova al 20° arrondissement di Parigi , nella zona nord-est.

20e

Si arriva con la metro 2 uscita Pere Lachaise , e  metro 3 uscita Gambetta,  si possono trovare delle persone che vendono la mappa del cimitero, oppure in caso non ci fossero potete chiederle al bar vicino all’entrata  in questo modo sarà possibile spostarsi all’interno senza perdersi  girando a vuoto, e trovare quindi le tombe dei personaggi famosi segnati appunto sulla cartina.

Gardens at Père Lachaise Cemetery
Gardens at Père Lachaise Cemetery
PERE LACHAISE

Père Lachaise Cemetery
Père Lachaise Cemetery